Made in Japan

Naoto Fukasawa nasce in Giappone, nella
Prefettura di Yamanashi, nel 1956 e nel 1980 si laurea alla Tama Art University Product Design di
Tokyo.
Attualmente è uno dei migliori designer
giapponesi contemporanei. Ha ideato decine di prodotti e vinto oltre 50 premi in tutta Europa e America disegnando orologi, telefoni cellulari, cd player, distruggidocumenti, involucri alimentari, stampanti, ma anche sedie, librerie, letti, cucine.
Svolge attività di designer per B&B Italia, Driade, Magis, Artemide, Danese, Boffi e per le maggiori aziende giapponesi di elettronica. L’obiettivo del suo lavoro è rendere accessibile e semplificare la tecnologia.

Naoto Fukasawa nasce in Giappone, nella Prefettura di Yamanashi, nel 1956 e nel 1980 si laurea alla Tama Art University Product Design di Tokyo.

Naoto Fukasawa

È uno dei migliori designer giapponesi contemporanei. Ha ideato decine di prodotti e vinto oltre 50 premi in tutta Europa e America disegnando orologi, telefoni cellulari, cd player, distruggidocumenti, involucri alimentari, stampanti, ma anche sedie, librerie, letti, cucine.
Collabora con B&B Italia, Driade, Magis, Artemide, Danese, Boffi e per le maggiori aziende giapponesi di elettronica. L’obiettivo del suo lavoro è rendere accessibile e semplificare la tecnologia.
“Se non fosse per la cannuccia, sembrerebbero veri!”
kiwi
Per il packaging di questi succhi di frutta Fukasawa ha adottato una soluzione molto curiosa: pochissimo spazio alle scritte e alla grafica in generale per riprodurre la superfice naturale del frutto da cui è estratto il succo. Lo scopo è di far intendere il gusto del succo a colpo d’occhio con un pack naturale e assolutamente comunicante.
È un’idea senza dubbio utile per i bambini più piccoli che non sanno ancora leggere.
C’è ovviamente da chiedersi se questo concept sia economicamente realizzabile: i costi produttivi su larga scala potrebbero infatti essere proibitivi. Ciò non toglie, però, che l’idea sia davvero originale, innovativa e dal grande impatto visivo.
banana
fragola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *