Cosa cambia la legge 4/2013 per le professioni.

È entrata in vigore a febbraio 2013 la nuova legge 4/2013 che regolamenta per la prima volta nel nostro paese le professioni non inquadrate in ordini o collegi. La conquista è stata al tempo accolta tra l’entusiasmo di pubblicitari e comunicatori che esercitano liberamente la propria professione.
La legge 4/2013, oltre ad introdurre “il principio del libero esercizio della professione fondato sull’autonomia, sulle competenze e sull’indipendenza di giudizio intellettuale e tecnica del professionista, consente di scegliere la forma in cui esercitare la propria professione riconoscendo l’esercizio di questa sia in forma individuale, sia associata, societaria o nella forma di lavoro dipendente” – così comunica la Gazzetta Ufficiale del 26 gennaio 2013, n. 22.
Grazie alla legge 4/2013, i professionisti possono dar vita ad associazioni professionali per valorizzare le competenze degli associati, diffondere il rispetto di regole deontologiche e favorire la scelta e la tutela degli utenti nel rispetto delle regole sulla concorrenza.
Per approfondire l’argomento e capire come cambia la professione dei comunicatori con l’introduzione della legge, l’associazione TP (Tecnici Pubblicitari) ci invita al convegno che farà chiarezza su tutte le nuove normative. L’appuntamento è mercoledì 19 giugno 2013 alle ore 16.00 in villa Ottoboni a Padova (via Ramin, 1).
legge 4/2013
Vi aspettiamo tutti per festeggiare ancora le ottime novità per le libere professioni.

One thought on “Cosa cambia la legge 4/2013 per le professioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *